House of Shells | Short Review

house-of-shellsDopo innumerevoli e importanti opere cinematografiche fra cui Red Krokodil, Doll Syndrome, Phantasmagoria, e la saga ispirata alle opere di Edgar Allan Poe che è giunta al terzo capitolo (P.O.E. 3 Pieces Of Eldritch), il regista italiano Domiziano Cristopharo omaggia Dylan Dog con il fan movie House of Shells, un cortometraggio di circa 20 minuti. La sceneggiatura del film è firmata da Andrea Cavaletto che in passato ha collaborato con lo stesso Domiziano curando lo script de “Il giocatore di scacchi di Maelzel” (P.O.E. Poetry of Eerie) e Doll Syndrome.

Domiziano Cristopharo dirige una storia originale ispirata al personaggio di Dylan Dog creato da Tiziano Sclavi e a interpretare il celebre indagatore è Stefano Cassetti, mentre Veronica Gentili è Vivien. Nel fan movie di Domiziano Cristopharo è coinvolto lo sceneggiatore di Dylan Dog Pasquale Ruju, quest’ultimo nel ruolo dell’uomo delle conchiglie (la voce dello scienziato al magnetofono).

Una location abruzzese immersa nella natura e nell’antichità fa da sfondo alla storia di House of Shells (Italia – 2014) in cui si dà subito spazio ai personaggi Dylan e Vivien che dialogano fra di loro guardando il paesaggio che li avvolge. Quello che salta subito agli occhi è una raffinata regia e una buona fotografia con l’azzeccatissima scelta di un bianco e nero che dona al film un tocco di fascino. Le sequenze girate all’aperto, fuori e dentro il castello sono molto evocative e rimandano alla memoria i tipici film gotici del passato. Come accennato in precedenza, merito della location e anche delle perfette inquadrature realizzate.

Punto dolente è la sceneggiatura piatta e poco interessante a cui si aggiunge un cast recitativo non all’altezza. La recitazione in inglese dall’accento non perfetto non infastidisce sebbene sia proprio il discorso fra i due che in un certo senso potrebbe annoiare lo spettatore. Un dialogo macchinoso, poco interessante e recitato da attori poco calati nella parte e quasi messo in risalto dal silenzio che li circonda, intacca la buona riuscita del film. Il viso particolare di Stefano Cassetti, perfetto per questa parte non basta a omaggiare il Dylan Dog di Tiziano Sclavi.
Come burattini senza anima, come feticci senza personalità, i due protagonisti si muovono tra i risvolti della storia di questo fan movie senza lasciare traccia della loro anima. Il risultato è un film vuoto, dimenticabile.

also read

January 2022: horror movies in theaters

This month's movie schedule at the cinema includes...

Prey: the teaser trailer of the Predator prequel

Online the first trailer for Prey (USA - 2022),...

Deathgasm among new horror films from Netflix Italy

Among the new horror films from Netflix Italy is already...
Barbara Torretti
Barbara Torretti
Editor and moderator of the DarkVeins community. Passionate about horror cinema, I also do reviews and interviews pertaining to the film, music and art circuit.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

en_USEnglish