La bambola assassina 2 | Recensione film

La bambola assassina 2 | Recensione film

DVD horror extreme TetroVideo

labambolaassassina2I produttori delle bambole Tipo Bello riescono ad ottenere ciò che resta del corpo distrutto di Chucky e, pensando a qualche difetto di fabbricazione, ricreano il pupazzo.
Nel frattempo il giovane Andy Barclay (Alex Vincent) è in cura presso un ospedale psichiatrico per minorenni: nessuno ha creduto alla storia di Chucky, la polizia è rimasta in silenzio e la madre è finita anche lei in cura.
Andy viene affidato ad una nuova famiglia dove conosce Kyle (Christine Elise), un’adolescente anche lei sotto la tutela degli stessi “genitori”.
Chucky non ha difficoltà a ritrovare il suo amichetto…

Il successo del primo capitolo ha generato diversi sequel: questo è il primo, che andò molto bene anche al botteghino.
Artisticamente inferiore al precedente film, ha una parte iniziale molto interessante e vivace ma non sempre il ritmo rimane altissimo.
Qualche omicidio, come quello della maestra di Andy, è palesemente “telefonato” e caricaturale.
A dare un buon contributo sono i due veri protagonisti, Vincent e la Elise, che a loro modo denunciano la solitudine di chi ha perso i propri genitori e deve iniziare una nuova vita, con tutte le difficoltà di chi vive come “estaneo” in una nuova famiglia.
Nel complesso un film discreto, ma consigliabile solo a chi ha amato il precedente capitolo.
Finale vivace che ricalca però il capostipite.

Recensione a cura di Zick

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »