La bambola assassina | Recensione film

La bambola assassina | Recensione film

DVD horror extreme TetroVideo

la-bambola-assassinaKaren (Catherine Hicks) è una giovane vedova che compra da un barbone un bambolotto della serie Tipo Bello per il compleanno del figlioletto Andy (Alex Vincent).
Non possono sapere che il pupazzo sia in realtà vivo: il temibile strangolatore Charles Lee Ray (Brad Dourif), grazie ad un rito di magia nera, ha trasferito la sua anima nel giocattolo prima di morire ed ora si servirà del ragazzino per la sua vendetta e per riavere un corpo umano…

E’ il film più famoso e quello che ha ridisegnato gli horror dolls movie.
Chucky è un antagonista a tutto tondo, sboccato e malvagio, che diventa terrificante col corpo di un giocattolo: la sua nuova forma è la sua trappola ma anche il suo punto forte.
I precedenti film sulle bambole insistevano su ventriloqui, bambole di origine esotica, pupazzi animati da demoni, spiriti e con scopi anche di natura metaforica (come le bambole di Dolls).
Qui il tutto è meno pretestuoso ed impagnativo, in pieno stile anni ’80.
La suspence è ben orchestrata e prima di sentir parlare il bambolotto passa mezz’ora, ma il ritmo rimane altissimo.
Film di autentico culto.
Recitazione buona ed effetti speciali, seppur limitati, comunque efficaci. Non male le musiche.

Recensione a cura di Zick

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »