Il Corvo | Recensione film

DVD horror extreme TetroVideo

corvoNella notte di Halloween, la feroce banda di Top Dollar (Wincott), che tiene in pugno Detroit, irrompe nell’appartamento di Eric Draven e della sua fidanzata Shelley. La ragazza viene picchiata e stuprata, mentre Eric viene scaraventato fuori dalla finestra, morendo sul colpo. Anche la giovane, dopo una lunga agonia, muore in ospedale. Un anno dopo, un corvo, si posa sulla tomba di Eric e accade qualcosa di sorprendente: il ragazzo tornato dalla morte, pieno di rancore ed odio, esegue la sua vendetta, massacrando ad uno ad uno i componenti dello spietato gruppo.
Nonostante la trama sia semplice ed il finale pressochè scontato, il film, con scenografia a cura di David J. Schow, John Shirley e la fotografia di Dariusz Wolski, è di una bellezza sublime. Questa è anche la dimostrazione di come le cose semplici riescano talvolta meglio di altre troppo complicate.
Il corvo, tratto dal fumetto di James O.Barr, è un film che rappresenta perfettamente il genere dark. Le riprese sono state effettuate di notte in una città a dir poco inquietante.
Il ritmo è perfettamente calibrato in questa pellicola; non troppo lento, ma nemmeno troppo veloce. Per tutta la durata del film la tensione si mantiene alta…
Il film è stato al centro dell’attenzione, al momento dell’uscita in sala, per la misteriosa morte di Brandon Lee avvenuta proprio sul set. Le ultime riprese infatti sono state girate tutte grazie all’aiuto del digitale e della computer grafica. Sembra che attorno alla famiglia Lee ruoti una maledizione, in quanto anche il padre, il celebre Bruce Lee, scomparve in circostanze analoghe.
Memorabili alcune frasi del film; alcune, davvero indimenticabili: “non può piovere per sempre” (Eric); “le case bruciano le persone muoiono ma il vero amore è per sempre” (Sarah).
Il corvo, ha ricevuto diversi riconoscimenti, essendo stato premiato nel 1995 a MTV Movie Awards, per la miglior canzone della colonna sonora, e per la migliore interpretazione dell’attore protagonista. In conclusione un cult da vedere almeno una volta.
Imperdibile!

Recensione a cura di Vampira

Check Also

Part Forever | Recensione cortometraggio – DarkVeins Horror Fest

Scritto e diretto da Ou Alan Chung-An (Repent), Part Forever (Taiwan – 2022) è il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »