Murder Mansion, il videoclip targato Visceravisions

Murder Mansion, il videoclip targato Visceravisions

DVD horror extreme TetroVideo

murder-mansionLa casa di distribuzione cinematografica Visceravisions si è occupata di Murder Mansion, il nuovo videoclip di Zombie! (Eric Weiss).
A dirigere il videoclip e a scriverne la sceneggiatura è stato Federico Scargiali (Life.Love.Regret., Through Your Lips dell’horror antologico 17 a mezzanotte) di Visceravisions, regista indipendente italiano che in Murder Mansion ha dato libero sfogo alla sua passione per il cinema di genere.

Il videoclip risulta essere infatti un concentrato horror con risvolti slasher e curati effetti artigianali per un sano e potente splatter a cui si aggiunge un pizzico di ironia. Nel video compaiono ben tre villain (Deathcrush, Captor of Sin e Dead Skin Mask) che omaggiano le classiche icone del genere e un prete sanguinario “armato” di Bibbia e di crocifisso che cerca di fermarli dall’ammazzare giovani donzelle in bikini.
Quello a cui assisteremo è un gustoso scenario di teste decapitate, ragazze squartate, volti sfigurati… insomma un divertente massacro.

Per la sceneggiatura di Murder Mansion, oltre al nome di Scargiali compaiono anche quelli di Patrick Casasola e Luca Luisa.
Daniele Trani è il direttore della fotografia mentre Mattia Vignotto, Maresca Gambino e Anna Shalaby hanno realizzato gli effetti speciali.

Deathcrush, Captor of Sin, Dead Skin Mask e Gravedancer sono interpretati rispettivamente da Daniel Venaruzzo, Philip Zen (che ha curato anche l’intro e il sound design del videoclip), Marco Snidero e Francesco Magrì. Il prete incappucciato è invece il regista Edo Tagliavini (Bloodline, La Verità sul Caso Valdemar, Perdita di fiato, Assuefazione, Cuore rivelatore…).
Il gruppo delle bikini girls è composto da: Enza De Rose, Elena di Gleria, Eena Vittoria Pizzolitto, Emma Peonia, Francesca Pellegrini, Lenka Dolezalova, Maria A. Roma, Martina Pellizer (Through your Lips), Roberta De Biaggio, Serena Di Luzio, Valentina Patat e Valeria Palermo.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »