The Divine Tragedies: tornano al cinema i serial killer Leopold e Loeb

The Divine Tragedies: tornano al cinema i serial killer Leopold e Loeb

DVD horror extreme TetroVideo

killers2The Divine Tragedies è un film ispirato al caso di Nathan Freudenthal Leopold Jr. e Richard A. Loeb, due serial killer americani conosciuti meglio come Leopold e Loeb (qui nella foto a sinistra), i cui delitti (anche furti e atti vandalici) risalgono al lontano 1924 e per i quali furono condannati all’ergastolo.
Leopold e Loeb erano due ricchi studenti dell’Università di Chicago che, credendosi superiori alla massa, si sentirono liberi di compiere ogni tipo di efferatezza convinti che la loro intelligenza li avrebbe aiutati a farla franca. Il loro caso ha ispirato altri film come Nodo alla gola e i due Funny Games.

The Divine Tragedies
è diretto da Jose Prendes (The Haunting of Whaley House) che ha curato anche la sceneggiatura. Della produzione invece si sono occupati i fratelli Jon e James Kondelik della Dual Visions.

Nel ruolo dei due serial killer troviamo Graham Denman e Jon Kondelik (12/12/12, Rise of the Zombies – Il Ritorno degli Zombie). I due rientrano anche nel cast di The Haunting of Whaley House di Prendes. A loro si aggiungono Hannah Levien, Sean Whalen, Lynn Lowry, Ruben Pla, Aaron Pruner, Ken Foree e Barbara Crampton.

divineThe Divine Tragedies
racconta la storia di due studenti universitari, i fratelli Charles Brubaker (Graham Denman) e Thomas Lo Bianco (Jon Kondelik), che elaborano un gioco mortale per testare la superiorità della loro intelligenza su quella della massa e anche per interrompere la noia della loro quotidianità. Il loro progetto però porterà a un omicidio e a una serie di azioni criminali. Conosciuta Genevieve, una giovane madre sola, i due vedranno in lei una perfetta vittima. I due però non sono così intelligenti quanto credono poiché sulle loro tracce c’è già il detective Homer Gaul (Ken Foree).

Ancora nessuna notizia sulla data di uscita del film.

Di seguito il promettente trailer:

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »