Qualcosa striscia nel buio | Recensione film

Qualcosa striscia nel buio | Recensione film

DVD horror extreme TetroVideo

Scritto e diretto da Mario Colucci (Vendetta per Vendetta) nel 1971, Qualcosa striscia nel buio è un affascinante thriller-horror italiano che si caratterizza per una predominante e suggestiva atmosfera intinta nel sovrannaturale. Scaturita da una seduta medianica, la componente paranormale scatena oscure e riuscite parentesi orrorifiche che si amalgamano alle sfumature di genere thriller/giallo presenti nel film.
La lentezza con cui si svolge la storia traccia le basi per una suspense alimentata da improvvisi sprazzi di violenza che si alternano a fenomeni paranormali in cui rientrano, oltre alla seduta spiritica, anche la possessione del medium, il quale subisce una lugubre alterazione della voce che non lascia indifferenti.

Oltre alla buona interpretazione del cast (fra cui spicca quella di Giacomo Rossi Stuart e di Lucia Bosè), Qualcosa striscia nel buio presenta un accurato uso delle luci e delle inquadrature che offuscano i difetti di cui, tuttavia, il film non è esente.
Tra i pregi è da segnalare anche la sequenza finale in cui ombre e sospiri nutrono il fascino funereo di questa pellicola.
Nel complesso, Qualcosa striscia nel buio è un thriller-horror spiritistico abbastanza macabro, sicuramente da riscoprire.

Qualcosa_striscia_nel_buio_1

Giacomo Rossi Stuart

La storia di Qualcosa striscia nel buio vede protagonista un gruppo di persone che, costretto da un’alluvione, trova rifugio in un maniero. Trattasi di Sylvia Forrest (Lucia Bosé) e il marito Donald (Giacomo Rossi Stuart); un medico con la sua assistente; un eccentrico professore che si interessa di esoterismo e due poliziotti che hanno appena catturato il pluriomicida Spike (Farley Granger). Per passare il tempo, gli sconosciuti avranno la pessima idea di evocare la proprietaria della macabra abitazione, durante una seduta medianica. Da quel momento la situazione precipita.

Nel cast di Qualcosa striscia nel buio: Lucia Bosè (Fellini – Satyricon, Le vergini cavalcano la morte), Giacomo Rossi Stuart (Operazione paura, La notte che Evelyn uscì dalla tomba), Farley Granger (La porta dell’inferno, La rossa dalla pelle che scotta), Stelvio Rosi (L’orgia dei morti), Mia Genberg, Dina Fazio e Franco Beltramme.

Distribuito da CG Entertainment, Qualcosa striscia nel buio è disponibile in DVD (targato CG – CineKult) dal 18 luglio. L’edizione proposta, con artwork interno, è ricca di contenuti speciali.

EDIZIONE DVD:
VIDEO: 16/9 1.66:1
DURATA: 90′
AUDIO: Dolby Digital 2.0 Italiano
N. DISCHI: 1
SOTTOTITOLI: Italiano per non udenti
EXTRA: Something Weird, Intervista a Manuel Cavenaghi, Roger A. Fratter, Trailer

qualcosa-striscia-nel-buio-CG

Scritto e diretto da Mario Colucci (Vendetta per Vendetta) nel 1971, Qualcosa striscia nel buio è un affascinante thriller-horror italiano che si caratterizza per una predominante e suggestiva atmosfera intinta nel sovrannaturale. Scaturita da una seduta medianica, la componente paranormale scatena oscure e riuscite parentesi orrorifiche che si amalgamano alle sfumature di genere thriller/giallo presenti nel film. La lentezza con cui si svolge la storia traccia le basi per una suspense alimentata da improvvisi sprazzi di violenza che si alternano a fenomeni paranormali in cui rientrano, oltre alla seduta spiritica, anche la possessione del medium, il quale subisce una lugubre…

Considerazioni finali

Score - 78%

78%

Score

Sommario: Qualcosa striscia nel buio è un affascinante thriller-horror italiano che si caratterizza per una predominante e suggestiva atmosfera intinta nel soprannaturale.

User Rating: Vota per primo!
78

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »