The Obsessed | Recensione film

The Obsessed | Recensione film


BAD TRIP Bros, factory italo-albanese composta da Domiziano Cristopharo, Jacopo Tomassini ed Iva Cakalli, firma la regia di The Obsessed (2019), l’horror che prende spunto da un fatto di cronaca nera ovvero dalla vicenda di Ricardo Lopez (1975-1996), lo stalker della celebre cantante islandese Bjork e che morì suicida nel 1996 dopo aver spedito un pacco bomba all’artista.
The Obsessed si tramuta in una scrupolosa analisi di questa figura introversa e solitaria evidenziandone l’instabilità psichica e dando vita al mondo di fantasia e di allucinazioni in cui era rintanata.

Ad incarnare questo criminale esasperato dalla sua stessa passione è Jacopo Tomassini, attore e qui anche straordinario effettista, che regala una performance ipnotica e magistrale. In grado di rappresentare il tormentato stalker a 360°, Tomassini ne coglie ogni minima sfaccettatura mettendo completamente a nudo l’anima del suo personaggio psicotico, schiacciato da una pressante solitudine di fondo.
L’attore ruba la scena lasciando che le sue mille espressioni facciali rivelino uno stato emotivo altalenante e che il suo corpo si trasformi in un quadro umano sulla deformazione della carne visto attraverso gli occhi di un uomo accecato dalla follia e dalla rabbia.

the-best-of-me-10
The Obsessed è un maestoso body horror che si aggancia al filone estremo per le esemplari sequenze di ferite e squarci autoinflitti. Come non citare, ad esempio, lo scuoiamento, la pelle che si lacera al passaggio di una lametta che attraversa tutto il corpo, l’amputazione delle dita. Il tutto reso estremamente realistico grazie ai perfetti practical effects realizzati dalla BAD TRIP Bros (Jacopo Tomassini ed Iva Cakalli) e dalla fotografia (Domiziano Cristopharo) estremamente curata che ne accentua sapientemente i colori.

the-best-of-me3A queste immagini crude si aggiungono quelle sulla deformità fisica, sulle mutazioni tipiche del body horror e che contribuiscono ad allontanare completamente il protagonista dalla realtà intrappolandolo in una dimensione surreale che gli causa un costante stato di iperventilazione e di sofferenza.
Lo stato psico-fisico del protagonista di The Obsessed è alterato maggiormente dall’assunzione di alcol e di sostanze stupefacenti. Intorpidito dalle allucinazioni, Ricardo è un animale, un diavolo, un tronco d’albero e assiste inerme al suo cambiamento fisico su cui nota la comparsa di occhi, vede il suo ombelico dilatarsi oppure sente il suo membro parlare. Inoltre la perdita di contatto con la realtà lo porta anche a rielaborare la copertina di una rivista sullo spazio vivendo un insolito e visivamente allettante incontro.

Eretto sulla pazzia, questo body horror si traduce in una perfetta rappresentazione visiva del delirio. Senza mai scadere nella monotonia, The Obsessed offre una carrellata di mostruosità attingendo agli orrori scaturiti dalla mente umana. Il tutto coronato da eccelsi practical effects old style e da una colonna sonora che aderisce alle immagini catturando le emozioni variopinte dell’indimenticabile protagonista.

the-best-of-me-3
Nel cast di questo primo horror albanese prodotto dalla BAD TRIP Bros., oltre a Jacopo Tomassini (Almost Dead, Mad Macbeth), troviamo anche Bjordi Mezini (noto attore e regista albanese) ed Elisa Carrera Fumagalli (Deep Web XXX).
Le musiche sono a cura di Antony Coia (Virus: Extreme Contamination, Scarecrowd, Xpiation, House of Flesh Mannequins) con brani di Susan DiBona (The Theatre Bizarre).
Nella squadra artistica della BAD TRIP Bros ci sono Domiziano Cristopharo (House of Flesh Mannequins, Red Krokodil, Doll Syndrome), Jacopo Tomassini ed Iva Cakalli (entrambi a capo del reparto tecnico ed FX). Questi ultimi due hanno anche scritto la sceneggiatura del film insieme allo sceneggiatore Andrea Cavaletto (Hidden in the Woods, Beautiful People, Hyde’s Secret Nightmare).

Trama: Ricardo si infatua della cantante Eva (Elisa Carrera Fumagalli) e si impegna a raccogliere informazioni dettagliate sulla sua vita e sulla sua arte fino a sviluppare una vera e propria ossessione per la donna. In modo morboso, l’uomo le scrive delle lettere e si filma quotidianamente con una telecamera.
La notizia del fidanzamento dell’artista farà sprofondare il fan in uno stato di disperazione spingendolo ad accumulare rancore nei confronti della cantante.

the-best-of-me4

BAD TRIP Bros, factory italo-albanese composta da Domiziano Cristopharo, Jacopo Tomassini ed Iva Cakalli, firma la regia di The Obsessed (2019), l'horror che prende spunto da un fatto di cronaca nera ovvero dalla vicenda di Ricardo Lopez (1975-1996), lo stalker della celebre cantante islandese Bjork e che morì suicida nel 1996 dopo aver spedito un pacco bomba all'artista. The Obsessed si tramuta in una scrupolosa analisi di questa figura introversa e solitaria evidenziandone l'instabilità psichica e dando vita al mondo di fantasia e di allucinazioni in cui era rintanata. Ad incarnare questo criminale esasperato dalla sua stessa passione è Jacopo…

Considerazioni finali

Score (Extreme) - 84%

84%

Score (Extreme)

Sommario: Eretto sulla pazzia, questo incredibile body horror si traduce in una perfetta rappresentazione visiva del delirio. Senza mai scadere nella monotonia, The Obsessed offre una carrellata di mostruosità attingendo agli orrori scaturiti dalla mente umana.

User Rating: 4.58 ( 3 voti)
84

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »