San Valentino di sangue | Recensione film

San Valentino di sangue | Recensione film


Patrick Lussier, il regista de La profezia e Dracula’s Legacy, dirige nel 2009 San Valentino di sangue (aka My Bloody Valentine 3D), uno slasher/horror girato completamente con la telecamera RealD 3D.
San Valentino di sangue è il remake de Il giorno di San Valentino (1981) di George Mihalka e come tale si limita a ripercorrere i topoi del genere slasher senza sperimentare nuovi spunti di tensione. In compenso però porta in scena una massiccia dose di violenza e sangue (picconate in testa, palate in bocca, smembramenti) per un risultato abbastanza goliardico.

La debolezza di San Valentino di sangue risiede principalmente nella sceneggiatura e nella prova recitativa ma anche nell’incapacità di creare un minimo di suspense a cui si aggiunge una sconfortante prevedibilità del finale. Nonostante i limiti e le sfaccettature negative, questo focolaio di cliché del genere riesce nell’intento di catturare l’attenzione dello spettatore puntando esclusivamente sull’azione e sugli omicidi (abbastanza realistici).

Il film inoltre gode di una location (la miniera) molto suggestiva che riesce ad immergere la vicenda in un contesto claustrofobico e opprimente in cui si assiste ad azioni efferate per mano di un killer mascherato dal look molto efficace.
In definitiva, trattasi di uno slasher godibile che, grazie ai riusciti effetti speciali, non mancherà di divertire gli appassionati del genere.

san-valentino-3
Trama: sei operai rimangono intrappolati in una miniera di Harmony in seguito al crollo di un tunnel causato da un’esplosione. All’arrivo dei soccorsi si scopre che alcuni minatori sono deceduti per ferite da piccone mentre gli unici sopravvissuti sono Tom Hanniger (il figlio del direttore della miniera) e Harry Warden (caduto in stato comatoso) che un anno dopo, il giorno di San Valentino, farà una strage in ospedale per poi scomparire senza lasciare traccia.
A distanza di dieci anni dal massacro, il 14 febbraio, Tom Hanniger ritorna ad Harmony e, stranamente, in città scatta una serie di delitti ad opera di un killer vestito da minatore. I sospetti ricadono inevitabilmente su Harry Warden ma anche su Tom.

Nel cast di San Valentino di sangue: Jensen Ackles, Jaime King, Kerr Smith, Edi Gathegi, Andrew Larson, Tom Atkins, Betsy Rue, Megan Boone, Kevin Tighe, Karen Baum e Richard John Walters.

Da febbraio 2019 nel catalogo Mustang Entertainment è presente San Valentino di sangue, lo slasher/horror diretto da Patrick Lussier nel 2009.
Distribuito da CG Entertainment, il film è disponibile nei formati DVD e Blu-ray.
Nell’edizione Blu-ray è presente un’ampia sezione dedicata agli extra con: Commento audio del regista; Dentro “San Valentino di sangue”; Sesso sangue e urla; Scene tagliate; Lo sceriffo; Finale alternativo e Trailer.

EDIZIONE BLU-RAY:
VIDEO: HD 1080 24p 16/9 1.78:1
DURATA: 101′
AUDIO: Italiano DTS HD Master Audio 7.1, Inglese DTS HD Master Audio 7.1
N. DISCHI: 1
SOTTOTITOLI: Italiano per non udenti

san-valentino-di-sangue-DVD

Patrick Lussier, il regista de La profezia e Dracula’s Legacy, dirige nel 2009 San Valentino di sangue (aka My Bloody Valentine 3D), uno slasher/horror girato completamente con la telecamera RealD 3D. San Valentino di sangue è il remake de Il giorno di San Valentino (1981) di George Mihalka e come tale si limita a ripercorrere i topoi del genere slasher senza sperimentare nuovi spunti di tensione. In compenso però porta in scena una massiccia dose di violenza e sangue (picconate in testa, palate in bocca, smembramenti) per un risultato abbastanza goliardico. La debolezza di San Valentino di sangue risiede principalmente…

Considerazioni finali

Score - 62%

62%

Score

Sommario: Remake godibile che ripercorre i topoi del genere slasher senza sperimentare nuovi spunti di tensione. In compenso però porta in scena una massiccia dose di violenza e sangue per un risultato goliardico maggiormente raggiungibile grazie all'uso della tridimensionalità.

User Rating: Vota per primo!
62

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »