Choice Cuts from Philosophy of a Knife | Recensione LP Spikerot Records

Choice Cuts from Philosophy of a Knife | Recensione LP Spikerot Records


Choice Cuts from Philosophy of a Knife è il titolo dell’album edito dall’etichetta italiana Spikerot Records, contenente la colonna sonora originale del film estremo Philosophy of a Knife, diretto nel 2008 dal regista russo Andrey Iskanov. Della durata di oltre 4 ore, questo dramma/horror ripercorre, tra realtà e fiction, le atrocità compiute dall’unità giapponese 731 ai danni della popolazione cinese durante la Seconda Guerra Mondiale.
Il fim di Iskanov è considerato, ad oggi, uno dei più disturbanti ed estremi shocking movie mai realizzati grazie al realismo esplicito di effetti speciali cruenti che si mischiano al terribile materiale video d’archivio della WW2.

Acquista Choice Cuts from Philosophy of a Knife su Spikerot Records

Grazie a Spikerot Records abbiamo oggi tra le mani l’incredibile colonna sonora o meglio una choice cuts che ci permette di rivivere l’extreme-drama di Iskanov attraverso i suoi momenti musicali salienti, selezionati per un insieme di 17 tracce. Composta dallo stesso regista, questa OST è stata nel tempo riveduta insieme al compositore ucraino Alexander Shevchenko che, con grande esperienza nella composizione per musica da film, ha riportato le melodie originali dell’opera su territori più oscuri, malati e dissonanti, in totale armonia con Philosophy of a Knife.

philosophy-spikerot-records2
Questa prima edizione in vinile della colonna sonora di Philosophy of a Knife è infatti un miscuglio di generi musicali che, issandosi su impalcature prettamente industrial/noise, invadono l’udito con distorsioni, ritmi ossessivi, lugubri dissonanze grazie soprattutto a suoni di synth putrescenti, il tutto sotto il comune denominatore della tristezza, della privazione e del dolore, come in un’anticamera dell’Inferno dalla quale è ben immaginabile il destino riservatoci.

Choice Cuts from Philosophy of a Knife può senza dubbio definirsi una colonna sonora a tutto tondo, complice l’importante durata del film che va ad arricchire. Il suo bouquet musicale non si esaurisce con i generi succitati ma affonda anzi nella più totale disparità di stili e omaggi. Impossibile non accorgersi delle nuances tipiche delle colonne sonore degli anni ’60 e ’70 come anche delle origini tipicamente Dark anni ’80 di alcune tracce. Questa OST è inoltre ricca di soundscapes e quindi di atmosfere tetre, a volte accentuate da tristissimi pianoforti o canti femminili.

Quelli di Spikerot Records non si sono di certo lasciati intimidire dalla qualità dell’opera e ne hanno anzi dato maggior risalto grazie a questa prima edizione doppio LP in packaging cartonato gatefold curato in ogni minimo dettaglio.  L’edizione tra l’altro include anche un CD contenente una tracklist diversa ovvero quella del Bonus CD dell’uscita europea di Philosophy of a Knife.
Le grafiche dell’album sono estremamente splatter e gore e faranno felici i fan dell’extreme che vi troveranno raffigurate torture e atrocità varie tratte dal film. Vi è spazio anche per le foto di Andrey Iskanov e di Alexander Shevchenko con relative note, esclusive per questa ghiotta edizione.

Choice Cuts from Philosophy of a Knife è attualmente in vendita presso lo shop ufficiale Spikerot Records, con o senza T-Shirt in bundle, in una doppia, incredibile edizione in cui cambiano le grafiche impresse sui dischi in vinile:
– 400 pezzi Limited editon “Rising Sun Flag” (Solid White)
– 100 pezzi Ultralimited edition “Unit 731” (Milky Clear w/ Red Splatter)

I prezzi, a partire da 29,99€ a seconda dell’edizione e del bundle, sono assolutamente ragionevoli per la qualità del materiale proposto e per la minuziosità nella realizzazione dell’artwork a cura di SoloMacello.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »