An Evening with My Comatose Mother | Recensione cortometraggio

An Evening with My Comatose Mother | Recensione cortometraggio


Nel 2011, il regista americano Jonathan Martin scrive e dirige An Evening with My Comatose Mother, un incisivo cortometraggio horror a tema Halloween. Incentrato su questa celebre festa popolare di origine celtica, An Evening with My Comatose Mother ne risalta lo spirito sfociando nell’evil doll movie fino a rivelare un inaspettato lato stregonesco.

Come una bambola sprofondata tra vecchi pupazzi, il personaggio dell’anziana donna bloccata a letto genera un’atmosfera da incubo che ben lega con quella del 31 ottobre. La sua presenza, apparentemente innocua, spaventa la protagonista la quale inorridisce davanti al suo corpo decrepito che sembra avviato alla decomposizione. Quell’ammasso di carne vecchia sarà anche il bersaglio su cui la giovane e vile badante scatenerà la propria ira e sul quale riverserà le proprie frustrazioni.

an-evening-with-my-comatose-mother
In questo macabro e triste contesto in cui affiorano temi quali vecchiaia, salute e maltrattamento, la componente horror sembra innescare un meccanismo di difesa non indifferente. Ricco di colpi di scena e di suspense, il pluripremiato An Evening with My Comatose Mother è un incredibile storia di Halloween in cui prendono vita bambole, morti e, soprattutto, le più profonde paure.

Con la sua regia elegante, Jonathan Martin offre agli amanti dell’horror una storia suggestiva in cui spiccano la recitazione, la fotografia (Devin Graham), gli effetti speciali (Chris Hanson) e anche l’imponente colonna sonora (Kevin G. Lee). Trattasi di un cortometraggio che plasma l’orrore alla bellezza delle immagini e a quella delle inquadrature facendo emergere uno spiccato gusto estetico, Quest’ultimo si riscontra nei minimi dettagli e nella curata location che fa da sfondo ad uno dei più particolari e riusciti corti su Halloween.

La protagonista della storia è Dorothy (Wendy Macy), una ragazza che viene incaricata dalla signora Poe di prendersi cura della madre novantenne in stato comatoso (Missy Hill) mentre lei e il marito sono ad un party per la notte di Halloween. Rimasta sola in casa, Dorothy inizierà a maltrattare l’indifesa donna allettata subito dopo una telefonata.

Nel cast di An Evening with My Comatose Mother figurano Wendy Macy, Michele Wilson, Missy Hill, Rick Macy, Alivia Leonelli e Sue Rowe.
Lo sceneggiatore e regista Jonathan Martin è noto per altri due notevoli cortometraggi horror: Kiss the Devil in the Dark (2016) e Creatures of Whitechapel (2016).

an-evening-with-my-comatose-mother-4

an-evening-with-my-comatose-mother-poster

Nel 2011, il regista americano Jonathan Martin scrive e dirige An Evening with My Comatose Mother, un incisivo cortometraggio horror a tema Halloween. Incentrato su questa celebre festa popolare di origine celtica, An Evening with My Comatose Mother ne risalta lo spirito sfociando nell'evil doll movie fino a rivelare un inaspettato lato stregonesco. Come una bambola sprofondata tra vecchi pupazzi, il personaggio dell'anziana donna bloccata a letto genera un'atmosfera da incubo che ben lega con quella del 31 ottobre. La sua presenza, apparentemente innocua, spaventa la protagonista la quale inorridisce davanti al suo corpo decrepito che sembra avviato alla decomposizione.…

Considerazioni finali

Score - 70%

70%

Score

Sommario: "An Evening with My Comatose Mother" è un cortometraggio che plasma l'orrore alla bellezza delle immagini e a quella delle inquadrature facendo emergere uno spiccato gusto estetico. Quest'ultimo si riscontra nei minimi dettagli e nella curata location che fa da sfondo ad uno dei più particolari e riusciti corti su Halloween.

User Rating: Vota per primo!
70

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »