XX – Donne da morire | Recensione film

XX – Donne da morire | Recensione film

DVD horror extreme TetroVideo

XX – Donne da morire (USA – 2016) è il titolo dell’antologia horror tutta al femminile distribuita in Italia grazie a Midnight Factory. I quattro episodi che compongono questo horror corale sono diretti e interpretati esclusivamente da protagoniste donne. Alla regia dei segmenti troviamo infatti Jovanka Vuckovic (Self Portrait, The Guest), Karyn Kusama (Jennifer’s Body, The Invitation), Roxanne Benjamin (Southbound, V/H/S, V/H/S/2) e la cantautrice americana Annie Clark (in arte St. Vincent), qui al suo esordio in cabina di regia.
Sofia Carrillo invece ha legato insieme i quattro racconti con una cupa ed intrigante cornice realizzata con la tecnica dello stop-motion.

Come tutti i film corali, anche XX – Donne da morire abbraccia segmenti validi e altri più deboli. Nel complesso però è una piacevole antologia horror che riesce a intrattenere il pubblico dosando colpi di scena, tocchi di originalità e suspense. Le punte di diamante sono sicuramente il primo e l’ultimo episodio ovvero “The Box” e “Il figlio unico“. Riuscito ma più debole rispetto alle due storie sopracitate è il secondo, “The Birthday Party” mentre il terzo, “Non cadere”, è l’episodio che convince meno.

The Box”di Jovanka Vuckovic, vede protagonista Susan Jacobs (Natalie Brown), una donna che assiste impotente al lento lasciarsi morire di fame del figlio e poi del resto della sua famiglia. Questo a causa del contenuto (a noi sconosciuto) di una scatola che, proprio perché non rivelato, esercita un certo fascino sullo spettatore, stuzzicando la sua fantasia.
Dai risvolti tragici, The Box è un corto ben confezionato che si distingue dai successivi episodi.

thebox
In “The Birthday Party” (regia di Annie Clark), una donna (Melanie Lynskey) scopre che il consorte è deceduto alla sua scrivania proprio il giorno del compleanno della figlia. Mentre la casa si riempie di gente invitata per la festa, la vedova cercherà di sbarazzarsi del cadavere del consorte.
The Birthday Party” è un corto che si tinge di humour nero. Semplice nello svolgimento della storia, è in grado di fornire attimi di suspense e soluzioni che, seppur assurde (la sequenza finale ad esempio), riescono tuttavia a divertire.

the-birthday-party-xx-tw
Protagonista di “Non cadere” (diretto da Roxanne Benjamin) è un gruppo di ragazzi che si addentra nel bosco. Gretchen (Breeda Wool), una di loro, si graffia con una roccia sulla quale è presente una pittura realizzata col sangue. Le immagini rinvenute sul posto scateneranno forze malvagie che causeranno una strana metamorfosi negli intrusi.
Non cadere” è il segmento più noioso del film corale. A differenza delle altre tre storie, quella di Don’t Fall si caratterizza per il suo essere banale e monotona e, proprio per questo, non in grado di coinvolgere lo spettatore.

dontfall
Karyn Kusama, regista di The Invitation, firma la regia de “Il figlio unico”, un horror demoniaco che omaggia The Omen e Rosemary’s Baby. Nel suo corto infatti, una madre scopre con orrore la vera identità del figlio adolescente. Il giovane è in realtà il figlio del Demonio.
Cupo e pregno di atmosfere sulfuree, in linea con il tema trattato, Il figlio unico chiude con dignità il cerchio femminile dei quattro episodi. Trattasi di un corto travolgente e che gode di picchi di tensione.

Her-Only-Living-Son-Karyn-Kusama

XX – Donne da morire fa parte del catalogo Midnight Factory. La label infatti lo propone in DVD e Blu-ray limited edition (entrambi contenenti un booklet da collezione).
Inconfondibile e sempre curato il packaging del Blu-ray, disponibile in un’edizione limitata appetibile che non presenta difetti (né audio né video). Nei contenuti speciali sono presenti featurette, interviste e trailer.
Interessante anche il booklet che raccoglie la recensione del film ma anche curiosità e foto delle registe coinvolte nel progetto.

Dati tecnici Blu-ray:

Durata: 81 min
Formato: 1080p; 1:2.35
Audio: Italiano – 5.1 DTS HD master audio; Inglese – 5.1 DTS HD master audio
Sottotitoli: Italiano
Extra: Featurette, Interviste, Trailer

XX – Donne da morire (USA – 2016) è il titolo dell'antologia horror tutta al femminile distribuita in Italia grazie a Midnight Factory. I quattro episodi che compongono questo horror corale sono diretti e interpretati esclusivamente da protagoniste donne. Alla regia dei segmenti troviamo infatti Jovanka Vuckovic (Self Portrait, The Guest), Karyn Kusama (Jennifer’s Body, The Invitation), Roxanne Benjamin (Southbound, V/H/S, V/H/S/2) e la cantautrice americana Annie Clark (in arte St. Vincent), qui al suo esordio in cabina di regia. Sofia Carrillo invece ha legato insieme i quattro racconti con una cupa ed intrigante cornice realizzata con la tecnica dello…

Considerazioni finali

Score - 60%

60%

Score

Sommario: Come tutti i film corali, anche XX – Donne da morire abbraccia segmenti validi e altri più deboli. Nel complesso però è una piacevole antologia horror che riesce a intrattenere il pubblico dosando colpi di scena, tocchi di originalità e suspense.

User Rating: Vota per primo!
60

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »