Unearthed Films distribuisce Red Krokodil di Domiziano Cristopharo

Unearthed Films distribuisce Red Krokodil di Domiziano Cristopharo

DVD horror extreme TetroVideo

redkrokodil1Dopo aver rivelato in esclusiva per l’Italia il quarto capitolo della saga American Guinea Pig ovvero Sacrifice, l’horror estremo italiano di Poison Rouge, siamo lieti di annunciare una nuova release targata Unearthed Films in occasione della quale, vi presentiamo i nuovi artwork, trailer e diverse still, alcune delle quali inedite.

Trattasi di Red Krokodil, un altro film extreme italiano che abbiamo recensito qualche anno fa (link alla recensione). Il film sarà disponibile per l’home video (in data da definirsi) grazie alla label americana di Stephen Biro il quale è sempre attento a proporre al pubblico validi e imperdibili film horror estremi.red-krokodil-poster
Red Krokodil sarà presentato in versione director’s cut (una 2K restoration) con una nuova color. Il DVD, con ricchi extra, avrà anche un nuovo poster (che potete visualizzare qui a destra).

Alla regia di Red Krokodil (Italia – 2014) c’è il prolifico Domiziano Cristopharo, autore di altri notevoli film horror come House of Flesh Mannequins, Doll Syndrome, Hyde’s Secret Nightmare e Bloody Sin (solo per citarne alcuni). Il regista romano è anche coinvolto in American Guinea Pig: Sacrifice (qui la recensione) in veste di direttore della fotografia e di produttore.

redkrokodilCome da titolo, Red Krokodil (la cui sceneggiatura è a firma di Francesco Scardone) affronta il tema del krokodil, una droga economica (e, proprio per questo di gran uso), di semplice realizzazione ma dagli effetti devastanti: prima della morte infatti, provoca desquamazione della pelle e necrosi dei tessuti.
A calarsi nel ruolo di un tossicodipendente abbandonato a se stesso è Brock Madson, tra l’altro unico attore, il quale regala al pubblico una straordinaria interpretazione. La sua performance è uno specchio delle conseguenze psichiche e fisiche provocate dal krokodil.

Il nuovo trailer di Red Krokodil:

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »