I migliori film italiani sugli zombie

I migliori film italiani sugli zombie


zombie (2)Alla figura dello zombie è stata (ed è) dedicata una grossa parte della filmografia horror: l’elenco dei film sui morti viventi infatti è in continua crescita.
In questa lista ci concentriamo dunque sui migliori film horror italiani dedicati ai morti viventi ovvero quelle pietre miliari del cinema nostrano dell’orrore di cui il nostro Paese è fiero. Senza dubbio è d’obbligo l’inserimento della “Trilogia della morte” (Paura nella città dei morti viventi, …E tu vivrai nel terrore! L’aldilà e Quella villa accanto al cimitero) di Lucio Fulci, uno dei più grandi registi italiani.
Per quanti volessero approfondire l’argomento, rimandiamo al nostro speciale Italian Zombie: morti viventi in Italia.

10 – Zombi Horror (Le Notti Del Terrore): nel 1981 Andrea Bianchi (sotto pseudonimo di Andrew White) dirige un confuso zombie movie che, nonostante i difetti, è divenuto un vero e proprio cult fra gli appassionati del genere. Merito sicuramente degli effetti speciali sanguinolenti e gore molto artigianali ma efficaci.
Trama: con un rituale etrusco, un professore risveglia involontariamente i morti i quali assalgono gli ospiti di una villa.
Maria Angela Giordano, Renato Barbieri, Peter Bark, Karin Well tra gli attori.

9- Nel 1980 Umberto Lenzi dirige Incubo Sulla Città Contaminata, in cui il contagio è scatenato da una fuga di materiale radioattivo che contamina gli studiosi di una fabbrica chimica.
Un film anomalo nel filone poiché gli zombie di Lenzi sono esseri intelligenti (affamati e frenetici) che riescono a guidare mezzi, ad utilizzare oggetti e a correre. Nonostante i limiti di budget, una recitazione non curata e lo scadente makeup degli zombie, Incubo sulla città di Lenzi è divenuto un vero e proprio cult. Il film intrattiene, riesce a divertire e anche a disgustare (merito di alcune scene d’effetto).
Tra gli attori troviamo: Mel Ferrer, Maria Rosaria Omaggio e Francisco Rabal.

8 – Zombi Holocaust (1980) di Marino Girolami: un indimenticabile film splatter e gore che deve molto a Zombi 2 e a Cannibal Holocaust. Il film regala insostenibili scene corredate da discreti effetti speciali a cura di Maurizio Trani.
Zombi Holocaust rappresenta una perfetta fusione fra cannibal movie e zombie movie.
Trama: una tribù nelle Antille è dedita al cannibalismo. Qui un mad doctor interviene sul cervello dei defunti per creare un esercito di morti viventi.
Nel cast: Walter Patriarca, Ian McCulloch, Alexandra Delli Colli e Sherry Buchanan.

7 – Zeder (1983) di Pupi Avati: non poteva mancare questo immenso film ricco di tensione  in cui spicca una storia molto intrigante e complessa. Da sottolineare la bravura dell’attore Gabriele Lavia e la colonna sonora molto efficace.
Trama: lo studioso Paolo Zeder ha scoperto alcuni terreni (denominati “K”), dove i cadaveri sepolti tornano in vita. Molti anni dopo, lo scrittore Stefano (Gabriele Lavia), rinviene dei nastri in una macchina da scrivere usata. I contenuti che trascrive dalla vecchia bobina riguardano proprio i terreni K.
Nel cast anche Cesare Barbetti, Bob Tonelli, Ferdinando Orlandi e Marcello Tusco.

6 – Dellamorte Dellamore (1994) di Michele Soavi: un particolare film incentrato sull’amore e sulla morte e permeato da eleganti atmosfere gotiche. Rupert Everett interpreta Francesco Dellamorte, il guardiano di un cimitero che impedisce ai morti di tornare in vita sparando loro un colpo di pistola alla testa. L’uomo è diviso fra la passione per il suo mestiere e l’amore per una donna (Anna Falchi).
Ad una romantica e macabra storia fanno da cornice ottimi effetti speciali (a cura di Sergio Stivaletti) e una buona colonna sonora.
Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Tiziano Sclavi.

5 – Quella villa accanto al cimitero (The House by the Cemetery) del 1981: questo terzo capitolo della “Trilogia della morte” è considerato il film horror più terrificante diretto da Lucio Fulci, proprio per il giusto mix di orrore, splatter e suspense. Il film regala inoltre una delle più grandi figure horror ovvero quella del Dr. Jacob Freudstein (interpretato da Giovanni De Nava).
Trama: in seguito al suicidio del professor Erick Peterson, Norman Boyle, un giovane storico di New York raggiunge una cittadina di provincia per proseguire il suo lavoro. Norman si stabilisce nell’abitazione del professore insieme alla moglie Lucy e al figlio Bob per indagare sul folle gesto dello studioso. Scoprirà che la villa in questione (Oak Mansion), in precedenza era la casa del Dottor Freudstein, uno scienziato pazzo che conduceva esperimenti sull’immortalità.
Nel cast anche Catriona MacColl, Paolo Malco, Ania Pieroni, Giovanni Frezza e Silvia Collatina.

4 – Non si deve profanare il sonno dei morti (1974) di Jorge Grau: conosciuto anche con i titoli Da dove vieni? e Let Sleeping Corpses Lie, il macabro e cupo film di Grau è considerato uno dei primi zombie movie italiani sebbene la produzione sia italo-spagnola. Non Si Deve Profanare Il Sonno Dei Morti è altresì circolato nelle sale italiane con il titolo Zombi 4.
Trama: un macchinario ad ultrasuoni viene impiegato come pesticida ma farà risorgere i morti sepolti nelle vicinanze.
I protagonisti che dovranno difendersi dai morti sono interpretati da Cristina Galbó e Ray Lovelock.

3 – Zombi 2: sulla scia del successo romeriano Zombi (Dawn of the Dead), nel 1979 Lucio Fulci realizza Zombi 2, considerato il primo vero caposaldo della cinematografia italiana sui morti viventi. In realtà non si tratta di un sequel di Zombi (come il titolo potrebbe lasciar intendere) ma di un film indipendente.
Trama: una ragazza raggiunge un’isola caraibica per cercare il padre. Qui però i morti ritornano in vita a causa di un rito voodoo.
Il film gode di momenti memorabili grazie a riusciti effetti speciali a cura di Maurizio Trani. Un paio di esempi: l’occhio trafitto da una scheggia di legno e la lotta in mare tra uno zombie ed uno squalo.
Nel cast:  Tisa Farrow, Ian McCulloch, Olga Karlatos e Al Cliver (Pierluigi Conti).

2 – Il 1981 è l’anno del brillante film zombesco …E tu vivrai nel terrore! L’aldilà di Lucio Fulci. Indubbiamente un film che tocca i vertici del cinema horror italiano.
Trama: una donna eredita un albergo in Louisiana. Qui scopre che, molti anni prima, un pittore pazzo era stato ucciso proprio fra quelle mura per aver scoperto inquietanti segreti legati alla struttura.
Nel cast Catriona MacColl e David Warbeck. Buona la colonna sonora di Fabio Frizzi e immensi gli effetti speciali di Giannetto De Rossi.

1 – Paura Nella Città Dei Morti Viventi: Lucio Fulci ha regalato al mondo indimenticabili capolavori horror fra cui anche questo film diretto nel 1980. Paura Nella Città Dei Morti Viventi è il primo capitolo dell’immensa “Trilogia della morte”. In questo film, ricco di effetti splatter d’effetto (Maurizio Trani), gli zombie scompaiono e riappaiono come spettri.
Trama: a Dunwich un prete si suicida. Il suo gesto scatena le forze del male che si impossessano dei corpi dei defunti riportandoli in vita.
Nel cast: Catriona MacColl, Antonella Interlenghi, Janet Agren, Giovanni Lombardo Radice.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »