Slasher.com | Recensione Film

Slasher.com | Recensione Film

DVD horror extreme TetroVideo

slasher-com-posterSlasher.com di Chip Gubera (Song of the Dead, Mil Mascaras vs. the Aztec Mummy e Academy of Doom) è vincitore del premio “Best Screenplay” al The Optical Theatre Film Festival 2016. Secondo quanto titolo e poster suggeriscono, il film si presenta come uno slasher in qualche modo collegato al mondo virtuale. La storia, sulla scia dei più classici film di questo sottogenere, presenta un groviglio di situazioni volutamente prevedibili, oscurate poi da soluzioni originali e spiazzanti che rendono positivamente “diverso” il film di Gubera.

È questa la forza di Slasher.com ovvero una sceneggiatura corposa, complessa e creativa (a cura di Chelsea Andes e Chip Gubera) che slasherricorda vagamente i capisaldi del passato (Non aprite quella porta, American Gothic…) e punta sui cliché del genere per poi incanalarsi in un allettante e sorprendente percorso personale fitto di spunti molto interessanti atti a sorprendere lo spettatore. L’atmosfera così ricreata, densa di fascino, apre la strada a un particolare contesto intinto nella follia e da cui si scateneranno violenza e morte.

Trama: dopo essersi conosciuti in rete, Jack (Ben Kaplan) e Kristy (Morgan Carter) decidono finalmente di incontrarsi di persona. La loro meta è una baita isolata di proprietà dei coniugi Myers (Mihailoff e Shepard) dove gli innamorati intendono passare un romantico weekend immersi nella natura. Nonostante lo strano comportamento dei due proprietari, i due giovani tenteranno di godersi il tanto sognato fine settimana…

In Slasher.com, il pericolo è rappresentato dai rapporti instaurati sia nel mondo reale che in quello virtuale. Il film di Chip Gubera rappresenta dunque il fulcro in cui questi convergono per dare il via ad una serie di situazioni molto rischiose. Ne scaturisce un film ricco di suspense proprio per la presenza costante e multiforme del pericolo.

slasherA rendere il tutto molto coinvolgente è anche la buona interpretazione degli attori protagonisti Ben Kaplan e Morgan Carter così come quella di R.A. Mihailoff (Leatherface in “Non aprite quella porta – Parte 3” di Jeff Burr) ma soprattutto di Jewel Shepard (Casey ne “Il ritorno dei morti viventi”). Quest’ultima, in particolare, interpreta alla perfezione un personaggio sensuale e ambiguo (alla Mother Firefly, per intenderci) che rimane ben impresso.
Riusciti anche gli effetti speciali per opera di Cassie Brooks.

Chip Gubera è anche produttore insieme a Debbie Kaplan, Ben Kaplan, Brian Mauer e Adam Boster.
Nel cast anche Rebecca Crowley, Adam Boster, Delious, Sarah Kaplan, Jace Boster, Josh Kaplan, Jason C. Jones e Rob Steinbruegge.

Slasher.com di Chip Gubera (Song of the Dead, Mil Mascaras vs. the Aztec Mummy e Academy of Doom) è vincitore del premio “Best Screenplay” al The Optical Theatre Film Festival 2016. Secondo quanto titolo e poster suggeriscono, il film si presenta come uno slasher in qualche modo collegato al mondo virtuale. La storia, sulla scia dei più classici film di questo sottogenere, presenta un groviglio di situazioni volutamente prevedibili, oscurate poi da soluzioni originali e spiazzanti che rendono positivamente "diverso" il film di Gubera. È questa la forza di Slasher.com ovvero una sceneggiatura corposa, complessa e creativa (a cura di Chelsea…

Considerazioni finali

Score - 70%

70%

Score

Sommario: Una sceneggiatura corposa, complessa e creativa avvalorata dalla brillante interpretazione di Jewel Shepard che copre alla perfezione un personaggio sensuale e ambiguo meritevole di memoria.

User Rating: 4.2 ( 2 voti)
70

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »