Intervista allo shock performer Burns The Dragon

Intervista allo shock performer Burns The Dragon


burns5Intervista a Burns The Dragon, freak show performer, maneggiatore di serpenti e appassionato di body modification estrema. Lui è molto più di un freak, è un performer incredibile e un bravo intrattenitore.
Burns The Dragon, questo il suo nome d’arte, ci parla della sua identità, della body modification e delle sue pericolose performance come la “Block Head”, lo spettacolo col fuoco, la “Glass Walking”, la sospensione con ganci e molto altro ancora…

L: Ciao Burns The Dragon, grazie per averci offerto un po’ del tuo tempo. Da dove vieni? Raccontaci qualcosa di te.
BTD: Beh, sono nato e cresciuto nella zona di Greater Vancouver in BC Canada. Mi piace collezionare i pezzi di vetro che trovo in spiaggia e conquistare i castelli!

L: Sei un freak show performer e un maneggiatore di serpenti. Da quanto tempo ti esibisci per la gente? Come sono evolute le tue tecniche nel corso degli anni?
BTD: Ho iniziato ad esibirmi per strada come “statua vivente” o “Statua d’argento” quando avevo 17 anni. La gente metteva i soldi nel mio cappello per assistere a un mio gioco di prestigio e, una volta terminato, ritornavo a essere immobile. Sono passato dall’essere una statua vivente a esibirmi sul palco circa 5 anni fa, quando ho iniziato a lavorare in un Sideshow specializzandomi in performance shock.

L: Le tue performance sono abbastanza folli. Puoi parlarcene?
BTD: Certo, inizierò con quelle meno schockanti. La “Block Head” è l’atto in cui pianto un chiodo nella mia cavità nasale, quindi tiro su col naso un condom e lo tiro fuori dalla bocca… Un’altra azione che compio è quella di camminare a piedi nudi sui vetri o su un letto di chiodi… Mi mantengo in equilibrio in piedi su un tubo. Questo si chiama “Rola Bola”. Ma la mia performance più sconvolgente è naturalmente la “Hook Suspension” in cui mi appendo a ganci da macello, la mia carne viene trafitta da uncini, e mentre volo riesco ad afferrare e sollevare le persone da terra!

L: Qual è quella più pericolosa? Qual è stato il momento più terrificante che si è verificato durante una tua performance?
BTD: Penserete che la “Hook Suspension” sia la più pericolosa… ma non è così! Mi esibisco col fuoco seguendo alcune regole e una volta ho avuto anche un’assistente che però, accidentalmente, ha incendiato il rifornimento di carburante… È stato terribile sia per me che per lei. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito a parte un paio di bruciature che ho riportato sulla mia mano. Grazie all’attrezzatura di sicurezza siamo riusciti a spegnere l’incendio in tempo, senza danni a noi o alla sede!

L: Ti sei mai ferito durante gli show o sei finito in ospedale?
BTD: Per fortuna non sono mai stato ricoverato in ospedale… (tocco ferro). Ho solo riportato lievi ustioni o tagli ma niente di grave!

L: Cosa ti piace di più dei tuoi spettacoli?
BTD: Semplice, amo l’adrenalina che sento ogni volta che mi trovo lì davanti a centinaia di persone o mentre vengo sollevato da terra dai ganci… Nient’altro, oltre a questo, riesce a darmi emozioni simili.

L: Raccontaci un po’ del tuo spettacolo e come il pubblico reagisce di fronte alle tue performance shock.
BTD: Inizio lo spettacolo con numeri da giocoliere dando alla folla un falso senso di sicurezza. Poi proseguo con atti sempre più bizzarri. La folla di solito esulta e si sciocca, a volte urla ma diciamo che si entusiasma parecchio!

L: Che cosa ne pensi della body modification? Puoi parlare delle tue modifiche corporee?
BTD: Semplicemente… mi piace. Ho impianti di corna sottocutanee, una lingua biforcuta, orecchie ritagliate e occhi tatuati! Amo le mie modifiche corporee e ho appena iniziato! Il mio obiettivo è quello di essere tatuato dalla testa ai piedi come un drago, e naturalmente con le dovute body mods.

burnsL: Perché “Burns The Dragon”? Ami la body modification estrema e vuoi trasformarti in un drago umano… inoltre stai partecipando al Guinness World Record il prossimo ottobre. Puoi parlarcene?
BTD: Perché un drago…? Non so perché ma sono sempre stato affascinato dai rettili da quando avevo 12 anni, in particolare dai draghi. La mia sfida per il mio Guinness World Record è per: Il Tatuaggio più lungo (in tempi di realizzazione). Il record attuale è di 50 ore e 10 min. tenuto da Brandon Fancie (l’artista) e ho intenzione di superarlo e di farmi tatuare per 60 – 72 ore! Il piano è farmi tatuare delle ali e una spina dorsale su tutta la mia schiena e con una coda che si avvolge intorno alla mia gamba destra. Sono molto eccitato!

L: In bocca al lupo! Quali sono i tuoi progetti futuri?
BTD: Ne ho molti… voglio spingermi oltre i limiti dell’uomo … Voglio ogni tipo di modifica corporea attualmente realizzabile… più di quelle che abbiamo già provato. Ovviamente il tema dovrà essere sempre il “drago”. Ho intenzione di farmi fare delle scarificazioni (rimozione della pelle) per avere una una texture della pelle disomogenea che poi dovrà essere tatuata in superficie.

L: Vuoi lasciare un messaggio all’Italia e ai lettori di DarkVeins?
BTD: Fai sempre quello che ti piace, non importa quanto strano possa essere. Strano è solo un effetto collaterale dell’essere IMPRESSIONANTE!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »