Apocalisse Zero (di Francesco Picone) | Recensione film

Apocalisse Zero (di Francesco Picone) | Recensione film

DVD horror extreme TetroVideo

apocalisse-zeroDopo aver ottenuto un buon riscontro da parte del pubblico con il cortometraggio Anger of the Dead (fruibile liberamente su YouTube), il regista italiano Francesco Picone ha ancora una volta dimostrato la sua passione per gli zombie movie con questo lungometraggio omonimo, tradotto però in Italia col titolo Apocalisse Zero.
La filmografia italiana sui morti viventi ha preso nuovo vigore, negli ultimi anni, grazie alle opere di Luca Boni e Marco Ristori (Eaters, Zombie Massacre), che continuano ad impegnarsi sul filone anche con Apocalisse Zero, da loro prodotto assieme al regista Uwe Boll.
Il marchio di fabbrica di questo film, purtroppo, è palese tanto da ricordare le succitate opere del duo registico italiano. Allo stesso modo, Apocalisse Zero rincorre tutti i cliché dei successi statunitensi degli ultimi anni, senza aggiungervi alcuna novità.

anger-of-the-deadScritto su un soggetto dello stesso Picone, il lungometraggio Anger of the Dead porta sullo schermo la disperazione di Alice, una donna incinta costretta a garantire la vita del suo futuro nascituro seppur in un mondo impestato dai morti viventi, dove gli stessi superstiti sono ormai divenuti un pericolo, forse ancora peggiore della piaga.
Girato in lingua inglese, Apocalisse Zero si proietta verso le terre d’oltreoceano, dalle quali ruba a piene mani e raffazzonatamente qualsiasi incipit possa tornare utile, dimostrandosi così più un onesto esercizio di stile che un film dedicato ad un pubblico intelligente.

anger2La regia di Picone (priva di stile proprio) riesce in qualche modo a salvare l’opera, sebbene proprio la sceneggiatura, sempre con la stessa firma, ne decreti l’eclatante insuccesso. I dialoghi dei suoi personaggi sono poveri e poco interessanti e sono ancor più ridotti da un doppiaggio scadente. La stessa Alice sembra essere doppiata da un personaggio da cartone animato. Proprio il personaggio principale diventa quello meno riuscito a causa di una sceneggiatura traballante. Sebbene Roberta Sparta svolga dignitosamente il suo lavoro, il suo personaggio invece è zoppicante e poco credibile. La sua caratterizzazione purtroppo è nella media dei caratteri presenti in Apocalisse Zero, eccezion fatta per l’interessante prova attoriale di Desirée Giorgetti che ancora una volta, dopo la sua prova in Morituris (di Raffaele Picchio, tra l’altro implicato in questo progetto) dimostra con la massima espressività di essere in grado di cucirsi addosso il ruolo della vittima.

anger-of-the-dead2Apocalisse Zero è uno dei tanti film sugli zombie fatti con lo stampino (branca sfortunatamente tanto in voga in questi ultimi anni), che non riesce a emergere dalla media proprio perché ne segue diligentemente gli stilemi. Vi ritroviamo infatti citazioni a L’alba dei morti viventi abbastanza esplicite ma anche a molti altri film (The Walking Dead, Demoni 2, Martyrs).
Il lungometraggio di Picone porta sugli schermi un action con zombie, più che un film horror. I suoi morti viventi sono molto veloci e aggressivi e ruggiscono, come fossero leoni indemoniati anziché morti. Allo stesso modo, l’apocalisse che troneggia nel titolo è soltanto una percezione lontana, eventuale fantasia dello spettatore che potrebbe apporla alla visione. La suspense è totalmente rasa al suolo per lasciare spazio a un quadro televisivo degno di una serie anonima. Sia la recitazione che le musiche amplificano questa sensazione, relegando poi il film, anche a causa della pochezza della sua storia, ad una poco apprezzabile accozzaglia di situazioni già trite e ritrite.

Gli effetti speciali, a cura di Carlo Diamantini e di Tiziano Martella, sono in linea con quanto già detto: efficaci ma non eccellono e non possono comunque salvare il film dal dimenticatoio.
In definitiva, Apocalisse Zero di Francesco Picone è un low budget che si è avvalso di una troupe di validi mestieranti che hanno saputo donare un alone di onestà al loro operato ma nulla più.

Dopo aver ottenuto un buon riscontro da parte del pubblico con il cortometraggio Anger of the Dead (fruibile liberamente su YouTube), il regista italiano Francesco Picone ha ancora una volta dimostrato la sua passione per gli zombie movie con questo lungometraggio omonimo, tradotto però in Italia col titolo Apocalisse Zero. La filmografia italiana sui morti viventi ha preso nuovo vigore, negli ultimi anni, grazie alle opere di Luca Boni e Marco Ristori (Eaters, Zombie Massacre), che continuano ad impegnarsi sul filone anche con Apocalisse Zero, da loro prodotto assieme al regista Uwe Boll. Il marchio di fabbrica di questo film,…

Considerazioni finali

Score - 35%

35%

User Rating: 2.4 ( 6 voti)
35

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »