Nightmare – Dal Profondo della Notte | Recensione film

Nightmare – Dal Profondo della Notte | Recensione film

DVD horror extreme TetroVideo

nightmareSiamo dalle parti di Los Angeles, zona di Elm Street. Un pazzo sanguinario rapisce dei bambini e li uccide, dopo atroci torture. I genitori ovviamente si preoccupano di farsi giustizia arbitraria, gettando nel fuoco il maniaco e mantenendo il segreto tra loro.
Morto? Freddy Krueger, questo il suo nome, stringe un patto con le forze del male ed acquista il terribile potere di dominare i sogni, comparendo negli incubi di alcuni ragazzi. Le sue vittime predilette sono i figli dei suoi carnefici ed ora sfoga la sua sete di rivincita sui ragazzi.
I sintomi sono gli stessi: sognano un orribile mostro con gli artigli, la faccia bruciata ed il maglione a strisce orizzontali di colore rosso-grigio; il sogno diviene realtà e i giovani muoiono come mosche. Nessuno vuole credere a quello che sta succedendo e la polizia brancola nel buio totale. Nancy (Heather Langenkamp) è la prima a comprendere la realtà della situazione e tenta di ostacolare il vecchio Freddy con tutte le sue forze…

Primo film di un personaggio (Freddy Krueger) divenuto icona assoluta dell’horror anni ’80 ed il titolo che ha consacrato Wes Craven nel panorama cinematografico a tinte forti. Il maglio con le lame applicate sulle dita, il cappello a larghe tese ed il suo viso deturpato dal fuoco, ha creato nell’immaginario del fans l’ideale simbolo del cattivo, crudele e spietatamente ironico. E’ senza alcun dubbio una delle pellicole più importanti della storia dello splatter, soprattutto per l’originale soggetto inventato da Craven. Ha generato una serie di sequels, dagli alterni risultati, che puntano molto sulla personalità del “cattivo” (continua ancora oggi a mietere fans in tutto il mondo). Se ad un buon personaggio si uniscono trama e scene azzeccate, condite da buoni effetti speciali creati da David Miller, allora si è di fronte ad un capolavoro nel suo genere. Sarà difficile per chiunque comprendere quale sarà il sogno e quale la realtà, a cui si aggrapperanno disperatamente i protagonisti della nostra storia. Ed anche più delirante sarà la filastrocca, che accompagnerà le imprese di Krueger, a rendere le atmosfere decisamente angoscianti… “L’uomo nero non è morto/ha gli artigli come un corvo/fa paura la sua voce/prendi subito la croce/apri gli occhi resta sveglia non dormire questa notte..”
E pensare il rischio che ha corso il film: rifiutato da tutte le più grandi majors hollywoodiane, è stata l’allora indipendente New Line Cinema ad accollarsi l’onere della distribuzione. I risultati sono incassi record e consenso della critica (vince il premio Avoriaz anche per la migliore attrice), che hanno trasformato Nightmare in un caposaldo per ogni amante dell’horror e del cinema d’azione in genere. Da non perdere.

Recensione di mestreandrea

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »