Lasciami entrare | Recensione film

Lasciami entrare | Recensione film

DVD horror extreme TetroVideo

lasciamiA Blackeberg, il piccolo Oskar (Kåre Hedebrant) sogna di vendicarsi dei tre compagni di classe che si prendono gioco di lui. Una notte la quiete del quartiere in cui vive, è interrotta dall’arrivo di un uomo e di una dodicenne, che con loro porteranno sofferenza e morte. Oskar troverà in Eli (Lina Leandersson) una grande amica, ma ben presto scoprirà che lei in realtà è un vampiro.

Ispirato all’omonimo romanzo di John Ajvide Lindqvist (che è anche sceneggiatore del film) è una storia di vampiri che presenta un personaggio femminile decisamente particolare, una sorta di evoluzione della Carmilla di Le Fanu, assessuata ma a a suo modo erotica.
In Lasciami entare un ragazzino non più bambino ma non ancora adolescente vive questa fase della sua vita con un’amica molto strana, classico simbolo del binomio vita – morte o amore – morte.
Il tutto è assai morbosamente casto e viene raccontato dentro uno scenario suggestivo come quello dei paesaggi innevati della Svezia.
Un film lento, a tratti onirico, con parti interpretabili in più modi.
C’è chi ha intravisto immagini fulciane, chi argentiane. Ma forse c’è più del Soavi stile Dellamorte Dellamore senza gli elementi grotteschi.

Recensione a cura di Zick

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »