Aleister Arcane | Recensione fumetto

Aleister Arcane | Recensione fumetto

DVD horror extreme TetroVideo

aleisterTipo: miniserie in quattro parti
Autore: Steve Niles
Disegnatore: Breehn Burns
Casa Editrice: Star Comics
Formato: spillato
Prezzo: 3,00 Euro (pubblicato all’interno di Star Magazine New)

Un metereologo televisivo di nome Aleister Green ha la passione per i film dell’orrore di serie B e riesce ad ottenere la possibilità di fare una rassegna in seconda serata sulle sue amate pellicole, diventando cosi Aleister Arcane. La trasmissione si presenta come una specie di Zio Tibia e, tra una pellicola e l’altra, sono presentati alcuni sketch truculenti. Inutile dire che i genitori dei bambini che guardavano i film insorgono, e riescono a far chiudere il programma: è l’inizio della fine per Aleister. La moglie si ammala e muore per via dello stress e lui si ritira, solitario, in un maniero poco fuori la città di Jackson (Oklahoma).

Una notte di Halloween un gruppetto di ragazzi bussa alla sua porta per il classico “dolcetto o scherzetto” ed inizia così un rapporto d’amicizia tra Aleister ed i ragazzini che ridanno nuova linfa al povero vecchietto che mostra ai ragazzi alcuni suoi trucchi ed inizia a trasmettere alcuni film in casa sua; fino a che una brutta influenza lo debilita e nonostante i ragazzi lo accudiscano di nascosto alla fine muore. Ma la morte di Aleister non sembra la fine di tutto: “…Jackson, Oklahoma, avrebbe pagato caro per i suoi peccati.”.

Questa miniserie di Niles è veramente una piccola perla che scivola via veloce come il vento, i disegni “dipinti” da Burns, accompagnano una lettura coinvolgente dando all’opera una perfetta atmosfera spettrale soprattutto dopo ciò che si scatena con la morte di Aleister. La colorazione delle tavole è superlativa e le macchie rosse di sangue che risaltano sulla lama di un’accetta che vaga nel buio, sono davvero un bellissimo colpo scenico.

Contenutisticamente l’opera va incontro a quanti cercano di combattere i pregiudizi sul mondo dell’horror, contro quelli che attribuiscono ai film del genere la colpa delle deviazioni mentali dei propri figli.

La trama non spicca per originalità ma la narrazione e convincente se Niles l‘avesse allungata un altro po’ sicuramente avrebbe avuto maggiore risalto agli occhi del pubblico; da premiare lo sforzo della Star Comics che con il suo Star Magazine New sta presentando alcune storie davvero notevoli del panorama americano. Consigliato, sia per il prezzo che per le altre storie.

Recensione a cura di Andrea Ledda

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »