Don’t forgive | Recensione cortometraggio

Don’t forgive | Recensione cortometraggio

DVD horror extreme TetroVideo

dont-forgive-posterDon’t forgive è il titolo del cortometraggio di genere thriller diretto da Samuele Valente (Domino) e scritto da Lorenzo Paviano che ha curato la sceneggiatura di altri film di genere come My Gift to You in Phantasmagoria, Finché morte non ci separi in 17 a Mezzanotte e Recording. Insieme, regista e sceneggiatore, si sono occupati anche del soggetto.

Dopo una breve serie di immagini che mostrano foto appena scattate e sviluppate, Don’t forgive punta l’attenzione su una sequenza sanguinaria con torture appena perpetrate ai danni di una giovane coppia. Come si può notare dal loro aspetto, i due giovani (lui imbavagliato e immobilizzato sulla sedia), sono reduci da torture. Appena ripresa conoscenza, i due si ritrovano di fronte il loro aguzzino armato di fucile che sembra non avere alcuna intenzione di lasciarli respirare. Il torturatore metterà la ragazza nelle condizioni di fare una straziante scelta.

Questo è quello che succede in pochi minuti (circa dieci), sufficienti per notare una buona regia curata nei dettagli così come anche la fotografia (Roberto Ricci). Stessa cosa dicasi per la prova recitativa. Gli attori infatti sono credibili, in particolare Lavinia Pini, già vista e apprezzata in Recording.

Nel film di Valente i protagonisti sono stati già seviziati e quello a cui assistiamo è più che altro una tortura psicologica che culmina in un atto violento guidato dall’assenza di pietà. I flashback finali infatti, oltre a fare luce sulla storia, improntano Don’t forgive come un film sulla vendetta.

Al cortometraggio di Valente però manca un pizzico di originalità nella storia che sicuramente non avrebbe guastato. Inoltre alcuni dettagli in più nella parte relativa ai flashback avrebbero arricchito maggiormente la caratterizzazione dei personaggi. L’esile durata del corto non assolve a pieno allo scopo primario di un qualsiasi revenge movie. La vendetta, in questo genere cinematografico, diventa atto liberatorio in cui lo spettatore viene coinvolto. In Don’t forgive invece, sia lo svolgersi inverso della trama che il mancato approfondimento delle ragioni che inducono alle efferatezze portanti la storia, diluiscono qualsiasi eventuale coinvolgimento emotivo da parte del pubblico.

Don’t forgive è comunque un cortometraggio apprezzabile.

Nel cast, oltre a Lavinia Pini, ci sono anche Fabio Morelli (Deviance), Pietro Trisciuoglio e Sebastiano Sinni.
Riccardo De Flaviis ha curato i dialoghi del film. Quest’ultimo è stato coinvolto recentemente nella sceneggiatura di My Gift to You insieme a Lorenzo Paviano e Raffaele Picchio.
Costanza Boncompagni si è occupata del trucco e degli special FX.
La musica incalzante è invece a cura di Alberto Calabretta, Andrea Pasqualetti e Tommaso Andreini.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Google Translate »